GIUGLIANO – Alle prime ore di questa mattina, nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Napoli, i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Giugliano in Campania hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare personale nei confronti di due ragazzi di, rispettivamente 16 e 17 anni, dimoranti nel campo rom di via Carraffiello, gravemente indiziati per il reato di rapina. Le indagini erano scaturite a seguito di una denuncia presentata da un imprenditore agricolo della zona quando, il 30 ottobre scorso, 4 soggetti erano penetrati nella sua impresa e, dopo aver minacciato ed immobilizzato, con un coltello ed un martello, il guardiano di origini extracomunitarie, avevano caricato, a più riprese sulla loro autovettura, diverse attrezzature agricole per un valore complessivo di 15 mila euro, circa.

LE INDAGINI – Le attività, per cui sono risultate fondamentali le analisi dei sistemi di videosorveglianza, hanno consentito, anche attraverso numerosi servizi di osservazione, controllo e pedinamento, a partire dal rinvenimento dell’autovettura utilizzata per la commissione del colpo, di identificare due dei complici per i quali l’impianto accusatorio è stato avvallato dal G.I.P. che ha emesso i provvedimenti. Sono in corso ulteriori approfondimenti investigativi mirati alla completa identificazione anche degli altri due correi.