POZZUOLI – C’è preoccupazione per la variante Delta del covid che sta facendo aumentare nuovamente i contagi, tanto che si è cominciato a parlare di nuovo di zone gialle. Sembra però che in Campania la preoccupazione non colpisca una parte del popolo della notte e della movida che continua ad ammassarsi, senza distanze né mascherine, in alcuni locali e alcuni stabilimenti balneari per festeggiare e ballare stretti gli uni con gli altri, permettendo e facilitando così un eventuale propagazione del virus. È quello che accaduto, ad esempio, la sera di sabato 17 luglio a Torre Sanseverino a Licola, in via Nullo, dove organizzatori e partecipanti hanno brindato, festeggiato e dato vita a show tra una moltitudine di persone, violando le norme anti covid, sfidando pioggia e virus come denunciato da diversi video.

CONTROLLI – “Inaccettabile. Il covid ha ripreso con prepotenza a farsi largo tra la popolazione e questi pensano a divertirsi, a fare le feste le serate come se fossero al di sopra delle leggi e delle regole, come se fossero immuni al virus, loro ed i propri familiari. -ha commentato il consigliere regionale Francesco Borrelli- Non capiscono, forse dovrei dire che non vogliono capirlo, o meglio ancora che non gli importa, che seppur loro potrebbero non ammalarsi contribuiscono a diffondere il virus tra popolazione, infettando magari i loro familiari, più anziani e più vulnerabili. Chiediamo maggiori controlli nei locali, negli stabilimenti balneari e nelle zone dalla movida. Il divertimento e la socialità possono e devono esserci ma bisogna rispettare le regole ed essere responsabili, chi non lo fa allora deve essere punito in maniere esemplare.”