POZZUOLI – La battaglia non si ferma ma proseguirà anche a settembre. Sono state consegnate questa mattina in Municipio le 1000 firme raccolte nell’ambito della petizione promossa dal Coordinamento Flegreo Mare Libero. «In solo un mese ben 1000 persone hanno sottoscritto il nostro appello. Il mare è un diritto di cui man mano ci stanno privando, è arrivato il momento di riconquistarlo – affermano i rappresentanti del sodalizio – La petizione verte su questioni ambientali, accessibilità e diritti dei bagnanti». Per “diritto al mare” si intende – fanno sapere i promotori della raccolta firme – il diritto ad un mare pulito, alla libera fruizione delle spiagge e quindi all’accesso agli arenili lungo tutto il litorale. Una situazione attualmente negata in buona parte del territorio per il persistere di scarichi abusivi e dai numerosi ostacoli (barriere, cancelli, cementificazioni legali ed abusive), dalle resistenze imposte dai concessionari e dalla mancata attuazione delle norme europee, nazionali e comunali.