Nuova immagine (1)Preso Pietro Maoloni, era latitante da quasi un anno per associazione mafiosa e narcotraffico. Tornava dall’Egitto. Ha trascorso la latitanza alternando la tristezza delle favelas e la bellezza della blasonata Sharm el Sheikh. Pietro Maoloni, 44enne, napoletano, già noto alle forze dell’ordine, ritenuto affiliato al gruppo “Leonardi” del clan camorristico “vanella Grassi”, abbronzato e curatissimo è giunto in aereo a Napoli proveniente da Sharm el Sheikh. Pensava di passare inosservato, ma invece è stato riconosciuto e arrestato. 

SFUGGITO AL BLITZ – Era ricercato da giugno 2015, quando era riuscito a sfuggire a un blitz di carabinieri, polizia e guardia di finanza per l’arresto di una quarantina di soggetti ritenuti a vario titolo responsabili di associazione di tipo mafioso nonché di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, tentato omicidio e detenzione e porto illegale di armi da fuoco comuni e da guerra aggravati da finalità mafiose.