MESSAGGIO:

Una "sedia-segnaposto"
Una “sedia-segnaposto”

Gentile Redazione, volevo portare alla vostra attenzione lo straordinario fenomeno della sedia segnaposto. Tutti i ristoranti di Via Sacchini, ma uno in particolare, utilizzano sedie, bidoni della differenziata per conservare il posto al proprietario del ristorante, al padre del proprietario, al cuoco, alle cameriere e a qualche cliente particolarmente affezionato. A questo punto perché non cambiare nome alla strada e darle un nome che piace ai proprietari? Fenomeno ancora più strano sono i vigili che passando di lì, ad ogni ora del giorno, ma nessuno si chiede mai “cosa ci fa qui questa sedia”?.

Grazie

 

Giovanni