FRATTAMAGGIORE – Nella notte tra domenica e lunedì presso il Pronto Soccorso dell’ospedale di Frattamaggiore un’infermiera è stata morsa ad un braccio da un paziente. L’episodio per fortuna non ha determinato gravi conseguenze, dato che la sanitaria indossava le protezioni indispensabili per la prevenzione del COVID che hanno impedito il verificarsi di ferite da lacerazione. Come da protocolli aziendali l’episodio è stato denunciato alle autorità giudiziarie e segnalato al servizio di Prevenzione e Protezione Aziendale.

LA CONDANNA – Dice Antonio d’Amore, Direttore Generale ASL Napoli 2 Nord: «I medici, gli infermieri e gli OSS chiamati eroi per settimane per il lavoro svolto nel momento della pandemia sono ancora una volta vittime di aggressioni. La solidarietà degli striscioni e dei post sui social lascia il tempo che trova se non diventa pratica quotidiana nel modo di relazionarsi coi sanitari che, oltre a fronteggiare le patologie, il covid e la fatica, devono tenere testa anche a comportamenti aggressivi da parte di alcuni cittadini. Esprimo la mia piena e totale solidarietà alla nostra infermiera oggetto di aggressione e ai suoi colleghi che hanno vissuto questo ennesimo episodio violento.»