POZZUOLI – Con un post su Facebook il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia si è crogiolato per l’installazione dei ledwall nel quartiere di Monterusciello, laddove proprio l’altro ieri c’è stata l’ennesima sparatoria non ripresa dalle telecamere annunciate 8 anni fa. Recentemente, sobillato dal nostro giornale, aveva annunciato la presentazione dell’ennesimo progetto per la videosorveglianza nei quartieri da lui tanto decantati nel tempo, di cui finora non si è vista nemmeno l’ombra. Numerosi sono stati, infatti, gli annunci che si sono susseguiti nel corso della scorsa e dell’attuale consiliatura, con tanto di progetti e cifre. La volontà di aiutare le forze dell’ordine nella dura lotta contro la criminalità organizzata che a parole ha trovato grande sostegno, meno con i fatti, almeno nei quartieri. Senza le telecamere per gli investigatori è dura, soprattutto quando c’è da fare i conti con l’omertà della gente e la scarsa collaborazione.

L’ANNUNCIO – Ma per il sindaco di Pozzuoli, 24 ore dopo la seconda gambizzazione in tre settimane in una città che dall’inizio della sua consiliatura ha contato almeno 300 arresti per camorra, era doveroso annunciare alla città quanto segue: “Ecco i nuovi ledwall: a Monterusciello, ad Arco Felice e lungo la Domitiana. I tecnici li hanno da poco installati e vanno ad ampliare la rete, aggiungendosi al pannello già in funzione in Piazza del Ricordo. Si tratta di dispositivi utili per fornire informazioni alla cittadinanza, le notizie di pubblica utilità, di Protezione civile, ma anche per mostrare le bellezze del nostro territori”.