BACOLI – «La maschera è magia, non a caso la parola deriva da masca – strega. La maschera è archetipo di comunicazione e dialogo, un modo per esprimersi tra uomini, mettersi in relazione con gli Dei, guardare il mondo con gli occhi di un altro, un ponte che ci conduce fuori dallo spazio e dal tempo. Ci mettiamo la maschera per rivelarci, non per nasconderci.» Risuonano stimolanti le parole di Fabio Pagano, direttore del Parco Archeologico dei Campi Flegrei, e ideatore del progetto estivo: Il parco in maschera che si concluderà il 27 settembre. Una serie di eventi culturali proposti in location architettoniche mozzafiato, all’insegna delle arti in tutte le sue forme: musica, teatro, danza, filosofia e letteratura.

FILOSOFIA – Presso il Castello di Baia due kermesse – organizzate dall’associazione SFERA – avranno come perno indiscusso le materie filosofiche: il 4 agosto con Piccolo Teatro Filosofico, incontro dedicato alla memoria di Aldo Masullo, filosofo e intellettuale napoletano recentemente scomparso, con la partecipazione del poeta Pasquale Panella e del filosofo Lucio Saviani; e l’11 agosto con la presentazione del recente saggio del professore Massimo Cacciari: Il lavoro dello Spirito, edito da Adelphi. Con lo scrittore converserà il filosofo Nicola Magliulo, autore di molte pubblicazioni su Cacciari. Il professore veneziano è considerato uno dei più grandi intellettuali italiani contemporanei. Il libro è incentrato su tanti temi interessanti. Politica, burocrazia ed etica della responsabilità nella scena politica contemporanea; una politica senza visioni e fini che trascendano il contingente e l’emergenza; la riduzione strutturale del lavoro necessario alla produzione della ricchezza e la possibile liberazione da esso. Seguirà un dibattito tra i presenti. Finalmente nei Campi Flegrei si allestiscono delle iniziative culturali di spessore, attraverso l’intervento di personalità fondamentali del pensiero moderno. La prenotazione degli spettacoli è obbligatoria sul sito: www.pafleg.it