di Angelo Greco

Il manto erboso disastrato del Domenico Conte

POZZUOLI – Non bastavano tre squadre di calcio a mettere a dura prova il manto erboso del Domenico Conte di Pozzuoli, ecco in arrivo un’altra “ondata di tacchetti” a martoriare il rettangolo di gioco, quelli del rugby. La giunta comunale di Pozzuoli ha appena deliberato a favore del progetto di “avviamento al rugby” proposto dalla Scuola Media Giacinto Diano e dall’Istituto Comprensivo “Quasimodo”. In data 13 gennaio è stata la Giunta comunale a dare il via libero al lodevole progetto sportivo delle due scuole puteolane che prevede l’utilizzo (a titolo gratuito date le finalità dell’attività) dell’impianto cittadino per due volte a settimana, “raddoppiando” così lo “stress da tacchetti” a cui è sottoposto il manto erboso.

 

16 DATE AL MESE! – Puteolana 1902, Puteolana 1909 e Rione Terra ad oggi usufruiscono dell’impianto (pagando per ogni gara disputata 250 euro di fitto), che già da qualche mese presenta un manto erboso pessimo, che ne limita inevitabilmente le prestazioni. Le tre squadre in oggetto occupano il campo mediamente 8 volte al mese, tra partite e sgambate. Aggiungendo le altre 8/10 date di utilizzo mensili il manto erboso rischierebbe di diventare impraticabile in poche settimane. Cosa che si evince anche dal “parere di regolarità tecnica” redatto dal dirigente competente Carlo Pubblico. Il dirigente infatti si esprime così “L’impianto sportivo, ospita già n. 3 campionati per un totale di una media n. 8 eventi mensili che comportano già un notevole deterioramento del terreno di gioco in erba naturale, pertanto tali attività a carattere continuative, comportando altri 16 giorni di utilizzo, andrebbero dislocate in altre strutture comunali e in orario antimeridiano”.

 

UN RISCHIO ANCHE PER GLI ATLETI – L’iniziativa dell’attività di avviamento al rugby è senza dubbio un’idea lodevole, perché avvicina ad uno sport considerato minore molti giovanissimi. A queste condizioni, però, si mette a repentaglio la “salute” del manto erboso. L’uso intensivo del terreno di gioco, infatti, ne mina come ripetutamente lo stato, consegnando agli atleti che lo calcano un manto disastrato e pericoloso sia per i calciatori che per i rugbisti.

 

LO SCORSO ANNO – Le scene viste lo scorso anno potrebbero essere nulla rispetto alle condizioni nelle quali il manto potrebbe versare già dopo poche settimane di questi sfruttamento intensivo. Tanto è vero che la Puteolana 1909 decise a metà stagione di spostarsi a Monte di Procida mentre la Puteolana 1902 giocò una gara, quella contro il Potenza, al Chiovato di Bacoli. Dopo questa decisione da parte del comune di Pozzuoli non tarderanno le reazioni delle tre squadre di calcio cittadine.