salvatore laringe
Salvatore Laringe

CAMPI FLEGREI – Il mondo dell’imprenditoria flegrea piange la morte del noto imprenditore Salvatore Laringe. Un’autentica tragedia avvenuta a Castel di Sangro dove Laringe, 58 anni, si trovava in vacanza con la sua famiglia. Primo di cinque figli, Salvatore (per tutti “Rino”) era un imprenditore molto attivo nei Campi Flegrei e proprietario, insieme ai fratelli, di diverse strutture ricettive. Profondo cordoglio ha suscitato la notizia della sua morte, causata da una emorragia digestiva.

 

IL CORDOGLIO –  «La scomparsa improvvisa di Rino Laringe è una gravissima perdita per l’ intera imprenditoria flegrea. – scrive il vice presidente di “Federalberghi” Gennaro Martusciello – L’ opera della sua famiglia, iniziata dai genitori e continuata brillantemente da tutti i fratelli Laringe,ha contribuito in maniera tangibile allo sviluppo economico ed occupazionale della nostra amatissima terra. Immerso consapevolmente nella realtà sociale della nostra area geografica, sempre informato sulle problematiche politico-culturali della zona Flegrea, Rino ha saputo coniugare il sapere imprenditoriale e la sua sensibilità professionale potenziando così la ricettività e l’accoglienza delle proprie strutture. Senza mai trascurare il ruolo di marito accorto e di padre impeccabile di due figlie, Alessia e Martina, che grazie al suo esempio oggi sono già autonome nella gestione di attività correlate a quelle familiari. Perdiamo un caro amico, una risorsa del nostro territorio. Sono veramente costernato ed addolorato per quest’ improvvisa, inattesa e tragica dipartita, al mio dolore si unisce quello del presidente di Federalberghi Luigi Esposito e dell’ intero direttivo».