BACOLI – Un uomo riverso a terra all’interno della propria abitazione. Al centro del petto una ferita d’arma da taglio. Questa la scena che si sono ritrovati davanti i carabinieri della locale stazione in un appartamento a Bacoli. La scoperta è stata fatta intorno alle 18 in via Roma. Una volta entrati in casa, i militari dell’Arma hanno trovato Luciano Caronte, 60enne del posto, disteso sul pavimento. Era solo all’interno delle ‘quattro mura’, dove viveva insieme alla compagna e ai due figli della donna. L’uomo è deceduto durante le operazioni di rianimazione da parte del personale sanitario intervenuto su richiesta dei carabinieri. Caronte presentava una ferita al petto, probabilmente inferta da un coltello da cucina. Non si esclude – secondo quanto emerge dalle prime indagini dei carabinieri – l’ipotesi che si tratti di suicidio, né tantomeno di omicidio da parte del figlio 30enne affetto da problemi di natura psichiatrica. Sul posto è intervenuto il magistrato della Procura della Repubblica di Napoli che ha disposto il sequestro della salma. Le indagini proseguono, intanto, senza battute d’arresto per cercare di fare chiarezza sulla tragedia registratasi nel pomeriggio nella città flegrea.