Lido licola mareLICOLA – Teneva aperto un lido nonostante fosse stato sottoposto a sequestro nel 2013. E così, noncurante dei sigilli, ospitava bagnanti e fittava ombrelloni e lettini. Una “sfida” alla giustizia a cui hanno messo fine i carabinieri della stazione di Varcaturo che hanno sgomberato il lido e denunciato per violazione di sigilli un 47enne di Qualiano già noto alle forze dell’ordine. L’uomo in qualità di gestore del lido che sorge a Licola Mare, aveva continuato a usarlo nonostante il sequestro del luglio 2013, in esecuzione a un decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip di Napoli e nel corso di una operazione che aveva coinvolto altri 8 stabilimenti, tutti ancora in stato di sequestro. L’area, di 7000 metri quadrati circa, è stata sgomberata e nuovamente sottoposta a sequestro.