POZZUOLI – La tromba che suona il silenzio, i colleghi raccolti in un minuto di raccoglimento e le sirene delle ambulanze che suonano tutte insieme nel cortile dell’ospedale. Così i colleghi hanno voluto ricordare Enzo Lucarelli, l’autista soccorritore di 44 anni morto per covid un mese fa. La “giornata del ricordo” è andata in scena, a mezzogiorno in punto, nel parcheggio dei mezzi del 118 all’interno del complesso ospedaliero Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli. Enzo per oltre vent’anni ha lavorato come volontario in servizio presso l’associazione “Croce Italia” di Quarto salvando tante vite umane. E proprio durante uno dei tanti soccorsi rimase contagiato: in poco tempo le sue condizioni di salute si sono aggravate fino al decesso arrivato il 28 marzo scorso.