Consiglio comunalePOZZUOLI – Riceviamo e pubblichiamo dal “Meetup Pozzuoli-Beppe Grillo” che critica aspramente l’operato della politica puteolana e del Consiglio comunale.

IL DOCUMENTO – Una politica che avanza a colpi di espedienti, senza la capacità di avere una visione sistemica. Una politica che con leggerezza propone il voto per l’approvazione del riequilibrio di bilancio, seguendo passivamente contingenze emergenziali. Una politica che denuncia, inesorabilmente, la propria incapacità programmatica e di monitoraggio degli obiettivi prefissati. 

I cittadini di Pozzuoli, da tempo, assistono passivamente ad un continuo ed inconsulto susseguirsi di emendamenti che sostituiscono altri emendamenti appena approvati; un pullulare di azioni amministrative estemporanee che snaturano, inevitabilmente, quanto già condiviso in sede di: D.u.p (documento unico di programmazione); Piano delle performances; P.e.g (piano esecutivo di gestione). Strumenti, questi ultimi, che dovrebbero seguire, pedissequamente, la scelta di una visione politica che, presumibilmente e preventivamente, è stata condivisa da tutte le forze politiche.

Quanto accade nei Consigli Comunali di Pozzuoli è, palesemente, espressione di una politica partitocratica che ha perso il contatto con la sua vera ragione d’essere, degenerando nei giochi di potere, dissensi strumentali, e quindi nell’inevitabile autoreferenzialismo.
Un dissenso che emerge dal degenerato prodotto di dissapori tra le parti, stratificatisi da tempo perché non ricondotti nell’alveo di processi partecipativi ben regolamentati, ma lasciati in pasto all’anarchia e ancora peggio a schemi decisionali monocratici.

Questa è la “PARTITOCRAZIA”, espressione autoreferenziale della politica più becera!
Una politica partitocratica miope che sta implodendo, perché non riesce a comprendere il nuovo paradigma culturale della TRASPARENZA e della PARTECIPAZIONE dei cittadini.
Questa a cui assistiamo è il prodotto della POLITICA DELLA DELEGA, da tempo recriminata dal Meetup (Amici di Beppe Grillo) di Pozzuoli, questa è la politica che va trasformata!
Con questo tipo di governance (tutta di palazzo), la vera politica viene umiliata nei suoi più alti valori della trasparenza e partecipazione.

Siamo del tutto certi, come in altre occasioni abbiamo avuto modo di sancire, che una scelta sbagliata della governance porti a conseguenze irreversibili sulla Comunità Puteolana.
A fronte di quanto sopra, il Meetup (Amici di Beppe Grillo) di Pozzuoli sente il dovere di rinvigorire con spirito costruttivo l’invito, già più volte manifestato, affinché l’Amministrazione di Pozzuoli prenda atto di un fallimento procedurale e adotti processi partecipativi sia nella programmazione che nella gestione delle risorse economiche pubbliche.

Il Bilancio Partecipativo e relativi Istituti di Partecipazione costituiscono la risoluzione sistemica al dramma cui stiamo assistendo, un processo che, qualora fosse adottato, alienerebbe preventivamente ogni forma di scontro. Il Bilancio Partecipativo è un processo regolamentato in modo rigoroso che ha lo scopo di alienare ogni forma di personalismo e celebrare la partecipazione e la trasparenza.