POZZUOLI – Confermata la condanna a 18 anni di carcere per Paolo Pietropaolo, l’ex fidanzato di Carla Caiazzo. L’uomo picchiò e diede alle fiamme la donna incinta di 8 mesi della loro bambina. La Quinta sezione della Corte di Appello di Napoli ieri ha emesso la sentenza che conferma quella di primo grado, non ammettendo sconti di pena per Pietropaolo riconosciuto colpevole di tentato omicidio, tentato aborto e stalking.

LA FOLLIA – Era la mattina del 1 febbraio del 2016 quando Pietropaolo cosparse di benzina Carla e le diede fuoco all’esterno della sua villetta. Avvolta dalle fiamme la donna fu soccorsa da alcuni vicini mentre l’aggressore si diede a una folle fuga terminata dopo aver provocato un incidente a Formia. Pietropaolo finì in manette mentre per Carla iniziò una corsa contro il tempo per salvare la sua vita e quella della piccola che portava in grembo. Un cesareo di emergenza che portò alla nascita prematura di Giulia Pia, che fortunatamente non riportò conseguenze. Mentre per Carla iniziò un lungo calvario che in quasi due anni l’ha vista subire oltre 50 interventi chirurgici. Per il suo aguzzino restano altri 16 anni di carcere.