«Sei la favola più bella che io racconterò». A questa celebre frase cantata da Diego che Fabio ha voluto affidare il suo ultimo saluto al più grande calciatore di tutti i tempi. Lo ha fatto apponendo una rosa rossa accompagnata da un bigliettino sul letto di fiori e sciarpe all’esterno della curva dello stadio San Paolo. E lo ha fatto, soprattutto, col suo piccolo Andrea in braccio. “Vedi, tutto questa rappresenta la sua grandezza, ciò che Maradona è stato per la gente”.

Di padre in figlio. Fabio è solo uno dei tanti papà che da ieri pomeriggio si stanno recando con i propri figlioletti davanti a quella rete sovrastata dallo striscione “The King”, “Il Re”. Il luogo dove migliaia di tifosi e non, maradoniani e non, uomini, donne, bambini di ogni estrazione sociale che stanno giungendo da ogni angolo della regione per salutare idealmente il Dio del calcio. Il più grande, colui che ha fatto sognare noi, Fabio e tanti milioni di napoletani in tutto il mondo. E che oggi piangono il proprio Re!