di Stefano Erbaggio

stand comicon (2)
Alcuni partecipanti alla Scherma Storica

MONTE DI PROCIDA – Un nuovo sport si sta diffondendo a Napoli e nei Campi Flegrei: la scherma storica. Tale pratica vuole essere la ricostruzione dei sistemi di combattimento tradizionali, basati sulla spada e le altre armi bianche, prima della codificazione della scherma sportiva.

 

SPORT E RIEVOCAZIONE – L’associazione Scherma Storica Napoli si caratterizza per tale attività, concentrandosi sull’aspetto marziale della cultura medievale. «Provengo dall’esperienza dei giochi di ruolo dal vivo  e nutro un grande amore per la storia – racconta Rosario Prestia, 24enne di Monte di Procida – ho approfondito, quindi, la cultura vichinga fino ad arrivare alla scherma storica». Spada, ascia o lancia non fa differenza, gli atleti si esercitano nell’antica arte della guerra, rievocando le gesta degli antichi guerrieri. «La scherma storica è la pratica delle arti marziali occidentali di cui nel tempo si è persa la tradizione – spiega Livio Buonanno, coordinatore delle attività – A differenza delle arti marziali orientali, che nel tempo sono state tramandate, le arti marziali occidentali di tipo storico sono contenute all’interno di specifici trattati come ad esempio l’I.33 o il Flos Duellatorum. La scherma storica – conclude Buonanno – ha quindi come riferimento tutti i trattati che vanno dalla fine del 1200 in poi ma attraverso la sperimentazione vengono trattate ogni genere di arte di combattimento partendo anche dall’arte gladiatoria dell’antica Roma».

 

PROSSIMO APPUNTAMENTO – L’esperienza di questa associazione tenta di andare oltre il semplice sport, attivando una collaborazione con la Reenactment Society, progetto che vuole promuovere, valorizzare e riscoprire le tradizioni storico-culturali delle genti vissute nella storia Europea, attraverso la rievocazione storica e il living history.  Recente è stata la partecipazione al Comicon, ma in programma c’è anche “La Battaglia dell’XI secolo”, a Taranto. «Trovo affascinante l’esperienza del Southmen Lag – riprende Rosario, il giovane montese – un progetto che ripropone lo stile di vita di antichi gruppi armati dei Vichinghi, basato sulla fratellanza». Di seguito un breve video di un combattimento dimostrativo

 

IL VIDEO