MONTE DI PROCIDA – Monte di Procida registra la sua prima vittima da coronavirus. A comunicarlo è il sindaco Giuseppe Pugliese che esprime vicinanza ai familiari della donna: «Ho sperato con tutte le mie forze che questo momento non arrivasse mai e invece, dopo diversi mesi dall’inizio della pandemia, ho l’ingrato compito di comunicarvi la prima vittima montese da Covid-19. Una persona anziana e debilitata che ha trovato nel Covid un nemico inopportuno in un momento già delicato della sua vita. Alla famiglia della nostra concittadina e a tutti i suoi cari esprimo dolore e vicinanza, a nome mio e di tutta la nostra comunità».

NUOVI CASI IN PAESE – Sul territorio si registrano altri 7 casi positivi, 3 guarigioni e un decesso. Il bilancio dei contagiati sale a 96, di cui 95 in isolamento domiciliare e uno ospedalizzato. Tra questi ci sono anche anziani e bambini.
TAMPONI NEGATIVI PER SINDACO E GIUNTA –  Dopo il caso di positività di un componente della squadra politica sia il sindaco di Monte di Procida che gli esponenti della giunta si sono sottoposti a tampone. I risultati sono negativi per tutti. «Quando dico che mascherina e distanza di sicurezza sono anche una forma di rispetto verso gli altri intendo esattamente questo: chi si comporta male danneggia anche la vita altrui e mette a rischio soprattutto i nostri anziani e i nostri bambini, le nostre famiglie. Danni sanitari certo, ma anche economici, sociali, psicologici verso una comunità ormai provata da mesi di restrizioni, paure ed incertezze. Con i pochi uomini che carabinieri e polizia municipale hanno a disposizione continuiamo a controllare il territorio comunale e a fare multe e contravvenzioni. Ma senza senso di responsabilità e serietà non riusciremo a controllare la diffusione del virus», continua il capo dell’esecutivo che si appella ai montesi perché possano remare tutti nella stessa direzione, indossando la mascherina e rispettando le distanze.