QUARTO – In piena emergenza legata all’epidemia di coronavirus, sono molte le iniziative per cercare di aiutare coloro maggiormente in difficoltà, soprattutto per quanto riguarda l’approvvigionamento di alimenti e farmaci.

“NESSUNO RESTI INDIETRO” – A Quarto nascono le Brigate della Solidarietà che, grazie all’appoggio della squadra di calcio del Quartograd, stanno raccogliendo fondi attraverso versamenti bancari. «Non vogliamo che nessuno resti indietro, nessuno deve rimanere solo – spiegano – Le nostre attività si suddividono in: consegna a domicilio di spesa e medicinali alle fasce più deboli cui consigliamo di non uscire, neanche per i beni di prima necessità; pacco alimentare per le famiglie in difficoltà, per tutte le persone che da un giorno all’altro sono rimaste senza lavoro e senza entrate».

IL CARRELLO SOSPESO – Inoltre, hanno dato vita alla spesa solidale, che prevede l’apporto diretto di chi vuole donare qualche prodotto: «Lasciando un alimento o più ai carrelli che troverete all’uscita delle attività commerciali che hanno aderito all’iniziativa per permettere a noi di continuare la distribuzione del pacco alimentare per più tempo e per più famiglie. Comunicheremo a breve le attività commerciali che hanno aderito e i giorni di raccolta. Vuoi che qualcuno ti consegni la spesa o i farmaci a domicilio? Vuoi ricevere il Pacco alimentare? Contatta la nostra pagina o contattaci ai numeri 334 792 6735 oppure 351 845 1199».

GLI AIUTI DAGLI IMPRENDITORI – Sempre a Quarto, c’è chi si occupa della distribuzione di dispositivi individuali di protezione, come le mascherine: «Chi dà il grande contributo di donare mascherine al Comune di Quarto per donarle a chi ne ha bisogno, chi va a prendere i farmaci per gli ammalati, chi recupera alimenti per i poveri, chi va a fare la spesa per gli anziani – sottolinea Alfonso Coppola, presidente dell’associazione di Anteas amici dei Campi Flegrei- Non ultime le iniziative di queste ore , grazie alla disponibilità del nostro socio di Anteas, Nando Paragliola, tramite una società edile del nostro territorio, la Tevin srl, ha fatto donare 600 nuove mascherine. Così come il Gruppo Catania, con altrettante 600 mascherine che si aggiungono alle precedenti 800. Noi di Anteas amici dei campi flegrei con la disponibilità della sig.ra Liliana Catania, stiamo mettendo in campo l’iniziativa della “Spesa sospesa” presa in prestito da una vecchia abitudine napoletana del “Caffè sospeso”. L’iniziativa che inizia sin dai prossimi giorni con il supermercato Sebon e Dodeca vuole dare l’avvio anche alla sensibilizzazione degli altri supermercati della nostra zona, affinché ci diano un aiuto a raccogliere la merce e ridistribuirla tramite i canoni definiti dalle politiche sociali del Comune di Quarto. Noi ci saremo con i nostri volontari, se altre associazioni vogliono aiutarci vi aspettiamo».