BACOLI – L’area flegrea si colora di rosa con il Giro d’Italia 2022. Svelata una parte del nuovo percorso della gara ciclistica, che dal 1909 si svolge annualmente lungo le strade italiane. Da Napoli la corsa si porterà a Bacoli e inizierà un circuito impegnativo di circa 19 chilometri tra Bacoli e Monte di Procida da percorrere cinque volte. Al termine dell’ultima tornata si rientrerà a Napoli dove sul lungomare di via Caracciolo verrà aggiudicato l’arrivo.

L’ENTUSIASMO DEL SINDACO DI MONTE DI PROCIDA«Dopo ben 45 anni la corsa rosa torna nella nostra città. Sono cresciuto nel mito di una tappa del Giro a Monte di Procida, indelebile nei ricordi di chi fu estasiato da uno spettacolo sportivo, culturale e sociale. Non ero ancora nato, ma i miei genitori ed anche le strade con ancora incisi i nomi dei campioni mi raccontavano imprese straordinarie e storie indimenticabili. Da sindaco ho sempre sognato di ripotare il Giro a Monte di Procida, convinto che potesse essere un momento eccezionale di promozione dei valori sportivi, ma anche di crescita turistica e culturale. L’arrivo della carovana del giro, che effettuerà un circuito di circa 19 chilometri che sarà ripetuto per ben 5 volte tra Bacoli e Monte di Procida, darà una straordinaria visibilità nazionale e internazionale alle incomparabili bellezze paesaggistiche e culturali della nostra città e di tutti i Campi Flegrei, e tutto questo è stato possibile grazie ad una straordinaria sinergia amministrativa». Con queste parole il sindaco di Monte di Procida, Giuseppe Pugliese, mostra tutto il suo entusiasmo in vista del Giro d’Italia 2022.

LA GIOIA DEL SINDACO DI BACOLI – Sulla stessa lunghezza d’onda il sindaco di Bacoli, Josi Gerardo Della Ragione: «Il Giro d’Italia torna a fare tappa a Bacoli, dopo 45 anni. Sarà la tappa dei Campi Flegrei. La corsa ciclistica più importante della nostra nazione, e tra le più importanti al mondo, attraverserà 5 volte la nostra città. Per 5 volte mostreremo a milioni di appassionati la meraviglia del Castello Aragonese, di Miseno, delle Palazzo Imperiale, della Città Sommersa di Baiae. Per 5 volte, in una delle tappe più belle della corsa rosa, mostreremo al mondo il lago Fusaro, la Casina Vanvitelliana, l’antico porto militare di Misenum. Bacoli e Monte di Procida. I Campi Flegrei, affacciati sulla Capitale della Cultura 2022, Procida. È una gioia immensa, frutto di un grande lavoro istituzionale che ha coinvolto i sindaci flegrei e la Città Metropolitana di Napoli».