TERZIGNO – Con le mani alzate un giovane impreca «Non mi fate niente, non ho niente» prima di ricevere due calci da un carabiniere e diversi insulti. E’ quanto accaduto nella notte a Terzigno, durante il coprifuoco. Le immagini delle violenze sono state riprese e postate sui social dalla pagina “Welcome to Favelas”.

LA CONDANNA – Immediata è arrivata la condanna da parte del comando provinciale dei Carabinieri che ha annunciato l’avvio di indagini per punire gli autori del gesto. «Il comando provinciale carabinieri di Napoli – recita una nota ufficiale dell’Arma – ha immediatamente avviato autonomi accertamenti finalizzati a perseguire, con il massimo rigore e convinta inflessibilità, comportamenti inconciliabili con i valori fondanti dell’Arma, valori di umanità e vicinanza, a cui si ispira quotidianamente l’agire dei tanti carabinieri che, con sacrificio e dedizione, operano per garantire i diritti e la sicurezza dei cittadini, spesso mettendo a rischio anche la propria vita».