di Angelo Greco

La stazione di Pozzuoli chiusa al pubblico
La stazione di Pozzuoli chiusa al pubblico

POZZUOLI – Stazione chiusa, banchine deserte, totale assenza di informazioni  ai viaggiatori: così si presentavano questa mattina le stazioni della Cumana di Pozzuoli. Scattava oggi il “nuovo” orario della ferrovia Cumana che prevede il totale isolamento dei Campi Flegrei in pratica tutta la mattinata. Nessun avviso, però, in quella che è una delle principali stazioni della linea, per chi non fosse informato sugli ultimi sviluppi della vicenda Sepsa non è dato sapere se è quando riprenderanno le corse e, soprattutto, una volta riprese, quale frequenza avranno.

 

TRENI OGNI 30 MINUTI – Abbiamo provato noi a stilare una cadenza approssimativa delle corse osservando la frequenza dei treni che si sono alternati in stazione. Il primo convoglio è stato quello diretto a Torregavata alle 11.42 circa, mentre il primo verso Napoli è passato alle 12.05. Dopodiché la frequenza delle corse è stata di 30 minuti per un convoglio in direzione Napoli, mentre meno precisa è stato il passaggioverso Torregaveta con i treni che non hanno avuto una cadenza precisa. Resta il fatto che i Campi Flegrei sono rimasti isolati in pratica per tutta la mattina causando non pochi danni a tutti i pendolari che la mattina usano la linea ferrata Sepsa per raggiungere Napoli.

 

I DISAGI – I danni maggiori li stanno subendo i residenti dei quattro comuni flegrei. Con l’assenza dei treni negli orari chiave per raggiungere Napoli l’unica possibilità è: o l’uso dei mezzi propri o l’affidarsi ai mezzi su gomma, che non hanno né un’altissima frequenza né, tantomeno, un’alta capacità di posti. Entrambe le soluzioni poi soffrono del traffico decisamente poco scorrevole negli orari di punta. Insomma, il sistema “trasporto pubblico” è al collasso.

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]