10653332_337998783047693_5158346155443652603_n
Visita alla Necropoli di via Celle

di Stefano Erbaggio
CAMPI FLEGREI
– Più di 150 persone in giro per i Campi Flegrei: il maltempo non ferma Malazè. Ieri, 6 settembre, è partito Malazè, l’evento archeoenogastronomico che da nove anni, per dieci giorni, riunisce tutte quelle anime dei Campi Flegrei proiettate verso un futuro diverso e sostenibile.

IN BICI TRA I VIGNETI DELLA SOLFATARA – La manifestazione è stata aperta con alcune iniziative sparse tra la Solfatara, i laghi d’Averno e Miseno, il borgo di Cappella ed il golfo con i suoi fondali. Nonostante l’acquazzone del pomeriggio, che ha impedito lo svolgimento di alcune iniziative, la partecipazione di turisti e cittadini è stata alta, superando le 150 persone. Un percorso di 10 km è stato affrontato da un gruppo di temerari che, guidati dall’associazione Le Ali di Dedalo, hanno attraversato in bicicletta i vigneti della Solfatara fino a giungere a quelli del Lago d’Averno dove, a poca distanza, il Giardino dell’Orco ospitava i laboratori didattici dell’associazione Natura Sottosopra che hanno visto la partecipazione di tantissimi bambini.

LA PIOGGIA NON FRENA I VISITATORI – Il fascino dell’antichità non ha impedito al fiume d’acqua che ha inondato Pozzuoli di attrarre tanti visitatori. Le necropoli romane di Via Celle e Cappella sono state riscoperte grazie, rispettivamente, all’associazione Vivara Onlus ed alla Pro Loco di Monte di Procida. È stata proprio la necropoli puteolana una delle proposte più riuscite, tanto che l’evento sarà riproposto. A Cappella, con l’aiuto di altre realtà (Associazione Michele Sovente, Associazione Colori Flegrei, Archè Teatro;Facci Caso Teatro) il gruppo guidato dalla Pro Loco ha attraversato lo storico borgo, giungendo fino alla marina di Torrefumo attraverso un percorso di trekking urbano ed esplorando gli antichi casali e le cantine con i loro vini. Dall’altro lago di Bacoli, l’associazione Lago Vivo ha solcato le acque del Lago Miseno illustrando gli aspetti storici e folkloristici del luogo dal centro del lago, a bordo di una barca, con la quale hanno anche raggiunto l’Avanporto Romano. Nel centro storico di Pozzuoli per tutta la durata di Malazè, Kymè presenta un’ esposizione di design autoprodotto da artigiani dei Campi Flegrei legato all’ enogastronomia. Durante l’ esposizione saranno organizzati appuntamenti dove degustare produzioni enogastronomiche di aziende locali. È stato rimandato, invece, al 21 settembre l’evento “Zolfo, vigne e la leggenda del Montespina”, organizzato dall’ associazione ArteMide e dalla Cantina Iovino, a causa del maltempo.

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]