SORRENTO – Mister Ciaramella rimprovera alla squadra mancanza di cinismo sotto porta perché sul piano del gioco dice “abbiamo avuto il piglio e la mentalità giusta sin dall’inizio” ed aggiunge “Andare via senza punti da Sorrento fa male. Avremmo avuto difficoltà a digerire un pareggio, la sconfitta ha un sapore ancora più amaro”. Il fatto è che la Puteolana cede sul campo di un Sorrento in estrema difficoltà e reduce da quattro sconfitte consecutive. L’insuccesso seppure a seguito di un episodio su palla inattiva, di una prestazione convincente e di una serie di decisioni arbitrali che reclamerebbero un’attenta visione al Var , per usare un eufemismo, è di quelli che pesano per i Flegrei che ambivano a dare seguito all’esaltante vittoria ottenuta tra le mura amiche del Conte soltanto pochi giorni fa contro il Nardò. Duro il commento del tecnico circa la prestazione arbitrale: “Non mi sono mai lamentato non mi piace lamentarmi, però ci sono almeno tre episodi dubbi, due rigori sacrosanti, veramente non riesco a capacitarmi”. Dunque ricapitolando: Il gioco c’è stato, l’impegno senz’altro, i tre punti no. Una Puteolana però ambivalente, a due facce. Granata in versione Dr Jekyll e Mr Hyde. E’ impossibile definire le reali proporzioni di questa squadra nè che risultati aspettarsi: quale delle due personalità si presenteranno sul rettangolo di gioco. All’improvviso arrivano sconfitte inaspettate, dopo prestazioni più che rasserenanti.

IL RAMMARICO – Allo stadio “Italia” in campo il recupero della quattordicesima giornata del campionato di Serie D girone H tra Sorrento e Puteolana 1902. Oggi la partita l’ha risolta al 30’della ripresa per il Sorrento, Fusco, bravo a realizzare di testa il gol della vittoria sugli sviluppi di un calcio d’angolo. “Sotto l’aspetto di impegno, della volontà del gioco e del cuore non posso rimproverare nulla ai ragazzi, meritavamo sicuramente di più” tuona Ciaramella; parole giuste e chiaramente circostanziate dalla necessità di voltare pagina al più presto mantenendo alta la concentrazione in vista del prossimo impegno. In conclusione l’andamento della Puteolana è senza dubbio altalenante, ed è un problema da risolvere al più presto se si vuol ancora dare decoro alla stagione mantenendo l’obiettivo minimo: la permanenza nella serie D.