CARDITO – “Dobbiamo già col Picerno fare punti” ha tuonato il tecnico della Puteolana 1902 mister Grimaldi in conferenza stampa e in effetti così è stato; anche se in fin dei conti il punto è stato solo uno: 2-2 e risultato arrivato in una partita difficile, strappato con i denti al 95’ contro un avversario temibile come l’AZ Picerno. Allo stadio “Papa” di Cardito, divenuta ormai una seconda casa per la Puteolana, i flegrei hanno affrontato dunque il Picerno per l’undicesima giornata del campionato di Serie D, Girone H. Pugliesi guidati da Ciro Ginestra tecnico ex Casertana oggi da avversario contro i colori che l’hanno iniziato a questo sport; i colori granata che ha sempre dichiaratamente amato. Ginestra che nel pre-gara aveva utilizzato parole di elogio per i flegrei: “La Puteolana si è rafforzata tanto, ha buoni giocatori e sicuramente proverà a metterci in difficoltà per raccogliere preziosi punti salvezza, dunque non possiamo permetterci passi falsi”. I rossoblú vengono dalla doppia vittoria con Bitonto e Portici. Squadra, il Picerno, costruita senza dubbio con l’obbiettivo unico di raggiungere subito la promozione in serie C.

IL MATCH Partita che sembra accendersi già al 7’ quando Pileggi della sezione di Bergamo, fischia un calcio di rigore per fallo su Scalzone, salvo poi ravvedersi su segnalazione del guardalinee che segnala posizione di fuorigioco del granata. Rispondono i rossoblu al 10’ D’Angelo serve Dettori, pregevole tocco di tacco di quest’ultimo che manda in gol ma è fuorigioco. Al 18’ Stasi sulla destra per D’Angelo che gira a rete ma Romano nega il goal con un grande intervento. Al 22’ si fa vedere finalmente la Puteolana: tiro di Celiento, ma la sua conclusione è centrale, nessun problema per la porta difesa da Giuliani. AZ Picerno sembra padrone del campo e la Puteolana difendersi come può. Sullo scadere del primo tempo sono i pugliesi a portarsi in vantaggio con Dettori che dalla destra trova l’angolo con un rasoterra che batte Romano. Accese proteste della Puteolana nei confronti del direttore di gara reo di non aver fermato il gioco dopo un infortunio di Piacente.

LA RIPRESA Al 9’ errore di Nossa che perde palla, ne approfitta il neo entrato Romeo che batte Giuliani, e fa 1-1. Puteolana che rientra dunque in partita, ma l’equilibrio dura soli otto minuti. Al 19’ corner dalla sinistra di Zito, appena entrato, e Nossa con perfetta scelta di tempo batte Romano di testa. Partita che sembra non avere nulla da dire e indirizzarsi verso la terza vittoria consecutiva per gli uomini di Ginestra. Granata che si portano avanti con caparbia ma con pochissime idee tutte gestite egregiamente dalla retroguardia rossoblù. Ma al 95’ minuto di recupero (dei 5 concessi dall’arbitro) è ancora Romeo ad approfittare di un rimpallo favorevole dopo la conclusione di De Marco, e a mettere la palla dentro di testa. Finisce dunque 2-2 una partita che premia la grinta granata e la voglia degli uomini di Grimaldi, di rimettersi in partita senza timore reverenziale contro una squadra senza dubbio qualitativamente più valida. Non era forse questa, la partita ideale per cercare i primi 3 punti stagionali per la Puteolana; ma al gioco granata manca ancora qualcosa (a parte la vittoria) per poter credere maggiormente all’obiettivo dichiarato della salvezza.

IL TABELLINO

PUTEOLANA (4-3-3): Romano, Caiazzo, Scavone (30’ st Festa), Catinali, Piacente (44’ pt Tommasini), Riccio, Fibiano (6’ st Romeo), Cavaliere (23’ st De Marco), Scalzone, Armeno, Celiento (1’ st Ruggiero). De Lucia, Reale, Sorrentino, Prevete. All. Grimaldi

PICERNO (3-5-2): Giuliani, Nossa, Girasole, Ligorio (23’ st Finizio), Oyewale (41’ st Konè), Stasi, Pitarresi, Dettori, D’Angelo (41’ st Guerra), Albadoro (10’ st Zito), Iadaresta. A disp. Summa, Sicuro, Matarese, Santarcangelo, Allegretto. All. Ginestra

ARBITRO: Pileggi di Bergamo (Bosco-Carchesio di Lanciano)

RETI: 43’ pt Dettori (P), 9’ st e 50’ st Romeo (P), 19’ st Nossa (P)

NOTE: Ammoniti: Dettori (P), Riccio (P), Girasole (P). Recupero: 3’ pt, 5’ st. Corner: 3-4