BACOLI – Due settimane dopo la gara d’andata, Rione Terra e Micri si ritrovano di fronte per giocarsi l’accesso alle semifinali di Coppa Campania di Promozione. I flegrei possono contare su qualche titolare abituale in più rispetto al match di Volla, e sperano quindi di rimontare lo 0-1 esterno. La determinazione nella spinta offensiva arriva però solo nel secondo tempo, concretizzandosi nel recupero con il gol dell’1-0 che manda le squadre ai rigori, che risulteranno poi fatali ai padroni di casa.

CRONACA – La partenza del Rione Terra è molto contratta, senza riuscire a trovare le giuste distanze e regalando chance pericolose al Micri per chiudere il discorso qualificazione. Il primo brivido arriva infatti dopo 7 minuti con un’azione a sinistra e una palla arretrata che Auriemma sciupa quasi dal dischetto del rigore, mentre al 14′ Di Giacomo dà l’avvio alle sue incursioni in contropiede dopo un tiro di Lanuto ribattuto dalla difesa, ma l’attaccante del Micri viene chiuso sul primo palo da un’ottima parata di piede di Cappiello. Il giovane portiere del Rione Terra non fa rimpiangere Navarra e si ripete sullo stesso attaccante avversario alla mezz’ora, opponendosi con il corpo ad un altro taglio dalla sinistra. Una grande chance capita anche al Rione Terra in chiusura di tempo, con un angolo corto e seguente cross sul secondo palo dove c’è appostato Cirino, che ci prova prima di testa e poi di piede, ma il suo tiro a botta sicura viene deviato. Nel secondo tempo mister Monaco rivoluziona la squadra con gli innesti di Granata, Testa e Grieco, e gli effetti si vedono subito con Grieco che scappa a destra e mette una palla arretrata per Carandente che arriva al tiro col passo lungo, facile per Di Noia. La risposta del Micri viene affidata ancora ad un contropiede di Di Giacomo, che stavolta salta il portiere ma viene chiuso in scivolata da Cirino, che si fa male nella circostanza.

IL SOGNO SVANITO – La spinta del Micri si arresta sotto il crescente ritmo del Rione Terra, che carica a testa bassa chiudendo gli avversari in area di rigore: ci provano Carandente al 56′ con un tiro troppo stretto dopo essersi accentrato e soprattutto Marasco al 72′, che riceve un cross dalla sinistra proprio di Carandente e chiude di testa sul secondo palo, ma perde di vista il pallone e non impatta bene. Dieci minuti dopo ancora una grande chance con un cross sbagliato ma insidioso di Barletta che viene smanacciato da Di Noia, dal quale si accende una mischia conclusa da un tiro ravvicinato di Marasco, ma il portiere avversario fa una gran parata in controtempo deviandolo sul palo. Il forcing dei padroni di casa viene premiato al 92′, quando la catena Barletta-Scherillo-Carandente lavora un buon pallone a sinistra facendo pervenire un cross mancato dai difensori e su cui si fionda Grieco a firmare l’1-0 che manda le squadre ai rigori. Il fatto che si trattino di una lotteria si evince poi dagli errori dei più esperti Del Giudice e Marasco. Il Micri accede quindi alle semifinali.