GIUGLIANO – I carabinieri della stazione di Giugliano in Campania, nell’ambito di indagini coordinate dalle Procura di Napoli Nord, hanno arrestato, in esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, un 25enne del posto, ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti verso famigliari e incendio. L’uomo, da tempo, aveva posto in essere diverse condotte violente nei confronti della donna con cui è in fase di separazione, arrivando più volte a percuoterla con schiaffi e pugni. I militari, nel corso delle indagini, hanno inoltre scoperto che l’uomo l’8 e il 9 giugno scorsi ha forato le quattro ruote dell’auto della ex moglie e, a distanza di poche ore, l’aveva anche incendiata distruggendola completamente.

INSULTI E MINACCE – Sempre i carabinieri della stazione di Giugliano hanno arrestato per evasione un 38enne del posto già noto alle forze dell’ordine. L’uomo era sottoposto agli arresti domiciliari per il reato di atti persecutori nei confronti dell’ex compagna. I militari – allertati dal 112 – sono intervenuti presso l’abitazione dell’ex compagna dell’uomo: il 38enne si era recato lì rivolgendo alla donna insulti e minacce. I carabinieri lo hanno bloccato e arrestato. Il 38enne, che è stato denunciato di nuovo anche per il reato di atti persecutori, è stato ristretto presso le camere di sicurezza della caserma in attesa di giudizio.