POZZUOLI – Il Gruppo della Guardia di Finanza di Giugliano in Campania ha tratto in arresto a Marano di Napoli 3 spacciatori sottoponendo a sequestro oltre 22 chili tra hashish e marijuana, nonché 11.000 euro in contanti. A portare a termine le operazioni (che avevamo anticipato lo scorso 27 giugno: https://www.cronacaflegrea.it/pozzuoli-operazione-anti-droga-della-finanza-3-arresti/) sono stati i finanzieri della Compagnia di Pozzuoli coadiuvati da un’unità cinofila della Compagnia di Capodichino che, insospettiti da uno strano via vai di persone, hanno individuato un’abitazione nella quale avveniva lo smercio dello stupefacente, confezionato in singole dosi attraverso l’utilizzo di macchine per il sottovuoto e termo sigillanti.

IL BLITZ – Intuendo l’esistenza di una vera e propria “piazza di spaccio”, le successive perquisizioni hanno permesso di rinvenire all’interno di una fossa profonda circa 2 metri e scavata nel terreno adiacente all’abitazione, oltre 10 kg di hashish, suddivisi in 90 panetti, e circa 12 kg di marijuana suddivisi in 29 buste cellofanate e 680 dosi. Se immessa nel mercato, la droga avrebbe fruttato profitti illeciti per oltre 250.000 euro. L’intervento rientra nel quadro della costante attività di prevenzione generale e di controllo economico del territorio svolta dalle Fiamme Gialle partenopee, al fine di contrastare fenomeni di illegalità diffusa, come il traffico di sostanze stupefacenti.