motovedetta-1POZZUOLI – C’è anche un 51enne di Pozzuoli tra i venditori di frutti di mare denunciati dai carabinieri. L’uomo è residente nel quartiere di Monterusciello ed è stato “pizzicato” durante un’operazione per la sicurezza alimentare a ridosso delle festività che ha visto i carabinieri sequestrare ben 360 kg di prodotti ittici e denunciare 12 venditori abusivi. A Coroglio, Nisida, Pianura, Soccavo, S. Giovanni, Ponticelli, Poggioreale e Scampia i Carabinieri della Compagnia Stella e della Motovedetta, con l’ausilio di personale dell’A.S.L. di Napoli – servizio veterinario, impegnati in un giro di controlli per prevenire e reprimere la vendita di prodotti ittici in cattivo stato di conservazione, soprattutto a ridosso delle festività natalizie, hanno controllato e denunciato numerosi venditori ambulanti.

I DENUNCIATI – I commercianti risponderanno di detenzione e conservazione di prodotti ittici in difformità alla normativa di settore e detenzione di prodotti ittici sprovvisti di certificazione attestante la tracciabilità. Sono stati “pizzicati” un 48enne di Giugliano, un 54enne di Via Diocleziano, un 59enne e un 22enne di Pianura, un 37enne di Castellammare, un 34enne di San Giovanni a Teduccio, un 54enne di Chiaia, un 51enne di Monteruscello, un 31enne di melito e infine un 44enne, un 41enne, una 55enne, tutti di Scampia. I sequestri: 130 kg. di lupini, vongole, “fasolari” e telline, più altri 230 chili di prodotti ittici solo nella zona di Scampia.