BACOLI – «Con orgoglio e profonda soddisfazione per l’intera comunità, accolgo la notizia che, finalmente, si procederà con la cerimonia di intitolazione della parte “nuova” della Villa Comunale di Bacoli ai giudici Falcone e Borsellino. Una personale iniziativa che porto avanti, con determinazione e convinzione, dal lontano 2013 e che mi ha visto promotore e attuatore, ricevendo tutte le autorizzazioni, compresa quella della prefettura ad inizi del 2015». A dirlo è il consigliere comunale di opposizione, Nello Savoia, che non risparmia una ‘strigliata’ alla squadra di governo guidata dal sindaco Della Ragione. «Finalmente, dopo tre amministrazioni succedutesi, numerose sollecitazioni, richieste ed interrogazioni, si è deciso di organizzare la cerimonia di inaugurazione della villa Falcone e Borsellino – incalza in una nota – Il tutto senza nemmeno coinvolgermi, il che non mi stupisce più di tanto, perché sappiamo che questo consiglio non ha voce, ma si eseguono solo gli ordini di un sindaco protagonista».

LA POLEMICA – «La cosa più triste – continua l’esponente di Fratelli d’Italia –  è che si è riusciti a politicizzare anche un evento del genere, tant’è che è stato totalmente organizzato al sol fine di dare inizio alla campagna elettorale del sindaco per le prossime elezioni parlamentari, accreditandosi con vari personaggi del Pd e 5 stelle che presenzieranno, ma che ricoprono ruoli nelle commissioni parlamentari che nulla hanno a che vedere con la legalità e la commissione Antimafia. Neanche la data richiesta è stata rispettata. Avevo chiesto che si facesse il 19 luglio, giorno in cui ricade l’anniversario della morte del giudice Borsellino, ma nulla, gli ospiti evidentemente non erano disponibili… tanto cosa importa, lo scopo è tutt’altro. In ogni caso per me sarà un grande giorno, perché ho sempre portato avanti le mie idee a testa alta, e questo simbolo da me tanto desiderato, regalerà a Bacoli la memoria di due grandi uomini, che hanno dato la vita per difendere le loro idee di onestà e legalità. Bacoli finalmente avrà il più importante luogo di aggregazione con una targa che reciterà: “Villa Falcone e Borsellino”».