I partecipanti al memorial con Gabbiadini, Hysaj e Valdifiori
I partecipanti al memorial con Gabbiadini, Hysaj e Valdifiori

BACOLI – E’ andato in scena al “Tony Chiovato” di Bacoli il primo Memorial dedicato a Rino Laringe, imprenditore alberghiero scomparso prematuramente un anno fa. Il memorial è stato caratterizzato da un triangolare al quale hanno preso parte: l’Avis Gabbiano, la Virtus Baia e la squadra dei  “Vecchi Amici”. Il torneo è stato vinto dall’Avis Gabbiano. Presenti alla manifestazione i calciatori del Napoli Gabbiadini, Hysaj e Valdifiori, che hanno aperto il torneo palleggiando a centrocampo. I tre azzurri, accolti con calore, si sono resi disponibili per foto e autografi con il pubblico presente. Un bella serata di sport per ricordare Rino Laringe, svoltasi in una bella atmosfera all’ombra dell’affascinante Castello di Baia.

IL RICORDO – A ricordare Rino è il fratello Roberto, organizzatore del Memorial, afferma: “Ringrazio tutti i coloro che hanno partecipato a questa manifestazione, alla quale tenevo in maniera particolare, dedicata a mio fratello scomparso un anno fa. Ci è sembrato giusto ricordarlo attraverso questo triangolare, chiamando in causa tre squadre i “Vecchi Amici di Bacoli”, la nostra squadra intersociale l’Avis Gabbiano, e la Virtus Baia, squadra nella quale Rino aveva militato da ragazzo per tanti anni. Siamo stati felici di aver ottenuto l’autorizzazione dalla SSC Napoli per la presenza di Gabbiadini, Hysaj e Valdifiori, mio fratello era un super tifoso del Napoli, e sono certo che questa cosa l’avrebbe apprezzata davvero tanto. Sono felice della massiccia partecipazione di pubblico e di amici in questa serata, vuol dire che mio fratello ha lasciato davvero un bel ricordo in tutti loro”.

IL MEMORIAL – Intervenuto al Memorial anche lo zio di Rino, Giuseppe Laringe, che dichiara:“Sono sempre stato uno sportivo, e in passato ho anche ricoperto la carica di presidente della Sibilla. Oggi è un giorno da un lato triste per via della scomparsa prematura di mio nipote, ma al tempo stesso questo memorial rappresenta un qualcosa di bellissimo per ricordare Rino, che è stato un ragazzo d’oro, che ha fatto tante cose belle nella sua vita”.