di Gennaro Del Giudice

Baia
Baia

BACOLI – Due banditi armati che hanno aggredito e rapinato un imprenditore a bordo della sua auto, un agente di polizia libero dal servizio che ha esploso diversi colpi di pistola in aria dopo aver intimato l’alt ai malviventi. Poi la pazza fuga a bordo di una motocicletta con un Rolex da migliaia di euro come bottino. E’ la mattinata da far west andata in scena ieri a Bacoli, nella piccola frazione di Baia. Tutto è avvenuto intorno alle 10.30 nella piazzetta a pochi passi dal porticciolo, davanti a numerosi automobilisti e passanti. La vittima è un 40enne imprenditore di Pozzuoli. L’uomo era a bordo di un fuoristrada quando due uomini con i volti coperti da caschi integrali si sono avvicinati a lui intimandogli di consegnare il Rolex che aveva al polso. Dopo una prima esitazione uno dei malviventi lo ha minacciato con una pistola.   GLI SPARI – Sfilato il prezioso orologio i due stavano per darsi alla fuga quando è intervenuto un poliziotto libero dal servizio che in quel momento si trovava in zona. L’agente notata la scena non ha esitato ad intimare l’alt ai due che gli avrebbero rivolto l’arma contro, per poi esplodere alcuni colpi di pistola in aria. Attimi concitati e di forte tensione durante i quali i rapinatori sono riusciti a darsi alla fuga. Sul posto sono immediatamente intervenuti gli agenti del commissariato di Polizia di Pozzuoli, diretti dal vicequestore aggiunto Pasquale Toscano e i carabinieri, che hanno dato vita ad una caccia all’uomo con numerosi posti di blocco. Illeso l’imprenditore vittima della rapina, che ha raccontato agli inquirenti quei momenti di terrore. Utili alle indagini per risalire all’identità dei rapinatori potrebbero essere le telecamere di sorveglianza installate nei pressi della piazzetta di Baia.