BACOLI – Nell’ambito del Piano Cultura e Turismo approvato dal Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica), che stanzia un miliardo di euro del Fondo Sviluppo e Coesione 2014 – 2020 per realizzare 33 interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e di potenziamento del turismo culturale, sono 25 i milioni di euro destinati al Parco Archeologico dei Campi Flegrei.

accordo programma2IL PARTENARIATO – Nell’ottica di investire nel miglior modo possibile tali fondi, la Soprintendenza Archeologia Campania, rappresentata dalla Dottoressa Adele Campanelli, ha incontrato il 20 maggio scorso i Sindaci di Bacoli, Pozzuoli e Giugliano in Campania insieme al Sottosegretario di Stato al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Antimo Cesaro, per porre le basi di un partenariato istituzionale che ha come scopo quello di utilizzare tali fondi per potenziare il sistema di trasporti, viabilità ed intermodalità in grado di collegare tutti i siti archeologici presenti nei Campi Flegrei. Tale partenariato si snoderà su: restauro e valorizzazione del Parco attraverso il miglioramento della viabilità; redazione del Masterplan per il Piano Strategico di Gestione del Parco.

PARLA IL SINDACO DELLA RAGIONE – Questo il commento del Sindaco di Bacoli Josi Gerardo Della Ragione che ha sottoscritto il protocollo insieme ai colleghi di Pozzuoli e Giugliano in Campania, Vincenzo Figliolia e Antonio Poziello: «Si tratta di un accordo che avvalora la sinergia tra i Comuni dell’area flegrea e che intende utilizzare questi fondi per cercare di facilitare i collegamenti tra i siti archeologici così da facilitare il soggiorno dei turisti. Oltre a prepararci, con il Ministero, verso progetti ed investimenti che interesseranno il Piano Operativo Nazionale, i fondi saranno finalizzati a favorire l’occupazione giovanile».