picchetto-31-12BACOLI – Piove e a Cuma le strade si riempiono di melma. Una storia che il “Coordinamento delle Periferie” da tempo denuncia e quale pare non si trovi una soluzione. Allora ecco il nuovo attacco dell’associazione ai sindaci passati che a loro detto poco o nulla hanno fatto per il “picchetto 31”

L’ATTACCO – Ecco il duro attacco del coordinamento: “Con o senza sindaci, gli stessi che hanno fatto ben poco per le Periferie, la ” merda ” esce sempre. La storia è sempre la stessa: da oggi pomeriggio, i liquami fecali fuoriescono dalle vasche di sollevamento degli impianti di via Cuma, allagano lo spiazzale, e defluiscono poi sulla strada e nel canale pluviale che sbocca nel lago Fusaro. La situazione igienico-sanitaria che si vive, che si respira esalazioni fognarie a Cuma la frazione più densamente abitata di Bacoli, è grave. Sono decenni che il “picchetto 31″ non funziona. In molti, anche tra i comunali, lo conoscono. Ma il problema non l’hanno risolto i progetti, le chiacchiere, i selfie delle passate Amministrazioni. La Commissaria, che investiremo urgentemente della problematica, saprà fare meglio? Noi cittadini di Cuma e delle Periferie non chiediamo assai ma di (sopra)vivere in maniera civile!”

LE FOTO