di Gennaro Del Giudice

Gennaro Merolla, 27 anni - Francesco Belluno, 37 anni
Gennaro Merolla, 27 anni – Vincenzo Belluno, 37 anni

POZZUOLI – Era in “permesso premio” ma continuava a svaligiare appartamenti Vincenzo Belluno, il 37enne di Napoli arrestato domenica sera dai carabinieri dopo aver ripulito un’abitazione a Bacoli. All’uomo, detenuto dal 16 novembre di 4 anni fa presso il carcere di Porto Azzurro, in provincia di Livorno, la direzione aveva concesso un periodo di “vacanza” fuori cella per la buona condotta tenuta all’interno del penitenziario. Belluno è stato arrestato domenica sera dopo un rocambolesco inseguimento tra le strade di Fusaro, Cuma e Licola insieme al complice, Gennaro Merolla, 27 anni, napoletano, anch’egli già noto alle forze dell’ordine. I due sono stati catturati dai carabinieri dell’Aliquota radiomobile di Pozzuoli e delle stazioni di Pozzuoli e di Monterusciello.

 

IL FOLLE INSEGUIMENTO – I due malviventi nella tarda serata di domenica avevano fatto irruzione all’interno di una villetta di una famiglia di americani in via Properzio a Bacoli, nella zona dello Scalandrone. I militari dell’arma, su segnalazione di un cittadino al 112, venivano informati che due persone avevano forzato una finestra di un’abitazione ma udite le urla delle persone che vi erano dentro, si erano dati alla fuga a bordo di una Fiat Panda. A quel punto scattavano le ricerche con i carabinieri che intercettavano l’auto segnalata con le 2 persone a bordo su via Arco Felice Vecchio. Alla vista dei carabinieri i malviventi tentavano la fuga a folle velocità, perdendo il controllo dell’auto che si andava a schiantare contro un muro. Usciti illesi dall’incidente, Belluno e Merolla proseguivano la fuga a piedi tra le campagne circostanti, tra via Cuma Licola e via Arco Felice Vecchio.

 

LA CACCIA ALL’UOMO – Intanto l’area veniva circoscritta dai militari dell’arma che con serrate ricerche rintracciavano e bloccavano il 37enne Vincenzo Belluno che a piedi stava raggiungendo la stazione della Cumana di Licola e il 27enne Gennaro Merolla che a piedi stava percorrendo via Cuma Licola. Sottoposti a perquisizione i due venivano trovati in possesso di 63 oggetti preziosi (bracciali, orecchini, collane e spille in oro, argento e pietre preziose), 2 orologi e 350 euro in denaro contante. Con successive verifiche i carabinieri accertavano che i preziosi rinvenuti erano stati rubati poco prima in un’abitazione in via Mozart, nel comune di Bacoli. Nel frattempo gli inquirenti stanno conducendo ulteriori indagini per accertare se i due abbiano commesso altri furti nelle abitazioni della zona. Dopo il fermo la refurtiva è stata restituita agli aventi diritto mentre l’auto utilizzata dai malviventi è stata sequestrata insieme a vari arnesi da scasso trovati in loro possesso. Belluno e Merolla sono stati per furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale e condotti presso il carcere di Poggioreale.

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]