BACOLI – Chiuso il Parco Vanvitelliano del Fusaro. Oggi non sarà possibile passeggiare tra i giardini e ammirare la Casina che fu dei Borbone. A lanciare il grido d’allarme è stato pochi minuti fa l’ex primo cittadino di Bacoli, Josi Gerardo Della Ragione. Lo spazio è stato interdetto al pubblico per assenza di sicurezza. «A nulla sono valse, soprattutto in questi ultimi mesi, le segnalazioni di incuria in cui versava il Parco. Si è preferito far marcire tutto, per poi chiuderlo definitivamente. Ma non è tutto. Difatti, al momento, dal Centro Ittico Campano, società proprietaria del Parco borbonico, ad intero capitale comunale, non si conosce nemmeno la data di riapertura. Sarà chiuso oggi, poi domani. Forse una settimana», tuona il leader di Freebacoli.

L’APPELLO AGLI ENTI PREPOSTI – Della Ragione ha lanciato un appello al commissario prefettizio del Comune, al Centro Ittico Campano, ed a tutti gli organismi preposti, affinché si faccia subito chiarezza su quanto sta accadendo al Fusaro. «In una città che ambisce ad essere civile e turistica, si chiude uno dei pochi spazi pubblici di relax, nonché meta, ogni giorno, di tanti turisti e scolaresche. Oltre che di residenti, giovani, anziani, famiglie. Uno schiaffo a tutti noi, intollerabile. Una vergogna. Neanche il dissesto della città può giustificare una tale condizione di degrado, abbandono e privazione di spazi pubblici. Aprite quel cancello», conclude l’ex sindaco bacolese.