sar barca in fiamme 3BACOLI – Salvati dopo essere rimasti in balia delle onde a largo di Capo Miseno. E’ stata una domenica di paura quella vissuta da 8 persone a bordo di un’imbarcazione da diporto, a causa di un’avaria all’apparato di propulsione che aveva provocato un principio di incendio. Il natante è stato prontamente soccorso dalla motovedetta CP 711 dislocata nel porto di Baia. Nello specifico, nella tarda mattinata di domenica, era giunta, tramite segnalazione al numero di emergenza in mare 1530, alla sala operativa dell’Ufficio Circondariale marittimo – Guardia Costiera di Pozzuoli una chiamata di soccorso da parte del comandante dell’imbarcazione da diporto che segnalava un principio di incendio a bordo, domato prontamente dagli stessi occupanti dell’unità, negli istanti successivi.

 

L’INTERVENTO DELLA CAPITANERIA – La sala operativa dell’Ufficio Circondariale marittimo di Pozzuoli ha dirottato sul posto l’equipaggio della dipendente motovedetta CP 711, già in mare nell’ambito delle attività pianificate, che raggiunta l’imbarcazione, si è sincerato delle condizioni di salute dei membri dell’equipaggio, ha trasbordato quattro delle otto persone presenti a bordo, ed ha assistito alle successive operazioni di rimorchio dell’imbarcazione nel porto di Baia. La presenza in mare e lungo le coste sarà intensificata a partire da oggi 22.06.2015, data di inizio effettivo dell’operazione “Mare sicuro” 2015 che, come ogni anno, all’indomani del solstizio d’estate, vede gli uomini e le donne della Guardia Costiera pattugliare e percorrere l’intero litorale per la salvaguardia della vita umana in mare, dell’ambiente nonché nelle attività di controllo delle spiagge, degli stabilimenti balneari e nel contrato alla pesca di frodo.