POMIGLIANO D’ARCO – Non solo pettini, forbici e prodotti per la cura dei capelli in una parruccheria di Pomigliano D’Arco. I carabinieri della sezione operativa hanno trovato anche altro. Armi, di quelle per uccidere. Accade in via Fratelli Bandiera: due persone sono finite in manette per detenzione illegale di armi. Nel retrobottega una mitragliatrice MAB con caricatore e un proiettile 9×21, un fucile cal 12 a canne mozze con matricola abrasa completo di 3 colpi e una revolver Smith & Wesson cal. 38 con un proiettile nel tamburo. Quest’ultima provento di un furto commesso a Milano nel ’98. Arrestati Carmine Beneduce, 41 anni, e Melania Rea, 31enne. Il 41enne è stato ristretto nel carcere di Poggioreale, la donna è stata sottoposta ai domiciliari. Le armi saranno sottoposte ad accertamenti balistici e dattiloscopici per verificare se siano state utilizzate per fatti di sangue o intimidazione.