POZZUOLI – Era risultato positivo al tampone dopo il ricovero al “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli Antonio Schiano, 63 anni, LSU impiegato presso gli uffici del servizio igiene del comune di Pozzuoli. L’esito del test gli era stato comunicato dopo Pasqua, il suo caso riconducibile al focolaio scoppiato nel reparto di medicina, dove l’uomo era stato ricoverato. Una morte che ha scosso familiari, amici e colleghi di Schiano. «Se ne va una persona perbene, un onesto lavoratore, un papà, un nonno, un suocero d’oro -racconta Emilia, nuora del 63enne- La sua morte ha lasciato un vuoto incolmabile in tutti noi. Viviamo un dramma nel dramma, visto che non potremo nemmeno regalargli l’ultimo saluto. Ciao Antonio e grazie per tutto quello che hai fatto per noi, non ti dimenticheremo mai».