NAPOLI – Il mercato nero lo chiede e chi vive di questo cerca di soddisfare le richieste, ma spesso cade nelle mani della giustizia. A finire in manette per tentato furto aggravato e ricettazione è Gennaro Moglie, 45enne di Soccavo già noto alle forze dell’ordine. Il “bottino” mancato è il raro e prezioso palladio contenuto nei catalizzatori delle marmitte catalitiche. I carabinieri del Nucleo radiomobile di Napoli sono in via Tertulliano e notano 2 uomini che probabilmente pensavano di passare inosservati tra le auto che percorrono la strada del quartiere Soccavo. Un uomo è su uno scooter senza targa mentre dell’altro individuo si vedono solo le gambe visto che è sotto la scocca di un’auto in sosta sollevata da un lato grazie a un crick. Neanche il tempo di capire cosa stesse accadendo che il centauro si trova le mani del carabiniere sulle spalle mentre il complice riesce a fuggire. Il 45enne viene perquisito e trovato in possesso di un seghetto a batteria con tre lame di ricambio, di un cacciavite e di un catalizzatore di una marmitta probabilmente rubato in precedenza. La merce viene sequestrata come anche lo scooter sul quale sono in corso accertamenti per risalire al legittimo proprietario. L’arrestato è in attesa di giudizio.