POZZUOLI – Nella giornata di ieri, i militari della Guardia Costiera di Pozzuoli, in sinergia con i carabinieri della stazione di Licola hanno sequestrato un noto stabilimento balneare in via Sibilla, a Licola mare. Nella fattispecie, dagli accertamenti svolti, sono emerse diverse irregolarità che hanno portato i militari a sottoporre a sequestro penale circa 710 metri quadrati di area demaniale marittima destinata a stabilimento balneare abusivamente occupata con una piattaforma cementizia pavimentata, una piscina interrata, un locale tecnico sotterraneo asservito alla stessa, diverse cabine docce con copertura realizzate in struttura muraria e un gazebo. Gli autori delle violazioni sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per le pertinenti ipotesi di reato che vanno dalla abusiva occupazione di demanio marittimo alla violazione delle norme paesaggistiche ed ambientali.