POZZUOLI – E’ di Pozzuoli il 40enne che ha contratto il Monkeypox, meglio conosciuto come vaiolo delle scimmie. Si tratta del primo caso registrato in Campania. Si tratta di un uomo che è giunto nel pomeriggio di mercoledì, 15 giugno, al pronto soccorso dell’ospedale Cotugno di Napoli con una diffusa eruzione vescicolare. Sebbene la storia clinica non metteva in luce contatti a rischio o viaggi all’estero del soggetto, vista la sintomatologia, il paziente è stato inizialmente posto in isolamento nell’unità di malattie infettive emergenti e ad alta contagiosità, dove è stato visitato e sottoposto alle analisi del caso.

IL TRACCIAMENTO – Attivato immediatamente il percorso diagnostico, già in essere presso l’Azienda ospedaliera dei Colli, dopo poche ore è arrivata la conferma del Monkeypox in diagnostica molecolare grazie al kit frutto della collaborazione con lo Spallanzani. Dopo la diagnosi l’Asl Napoli 2 Nord ha avviato il tracciamento dei contatti.