QUARTO – Da mesi senza ricevere alcuna paga, almeno una quindicina di lavoratori Apu (Attività di pubblica utilità) hanno fatto sentire la propria voce al Comune. E tra di loro c’è stato anche chi si è arrampicato fin sul tetto della palazzina di via De Nicola, minacciando di lanciarsi nel vuoto. Soltanto grazie all’arrivo delle forze dell’ordine e alle rassicurazioni ricevute in merito ai pagamenti, la situazione è poi tornata alla calma.

“LAVORATORI ALLA CANNA DEL GAS” – Emiliano Caiazzo, dell’esecutivo provinciale Usb: «Auspichiamo che gli impegni assunti dal sindaco di Quarto vengano rispettati. I lavoratori sono alla canna del gas, fanno fatica a mettere insieme il pranzo con la cena. Restiamo in attesa di soluzioni concrete, in assenza continueremo a mettere in campo le necessarie iniziative a difesa dei diritti dei lavoratori».