rapina-pistola-passamontagna-2POZZUOLI – A bordo dell’auto della mamma, una Fiat Panda, ed in compagnia di due complici, venerdì scorso, un 21enne di Giugliano in Campania si è reso responsabile, poco prima della chiusura serale, di una rapina in una tabaccheria di Pozzuoli.

INCASSO DI SIGARETTE E GRATTA E VINCI – Nel mentre uno dei giovani attendeva in auto con il motore acceso, i due complici, con il volto coperto ed armati di pistola, s’impossessavano dell’incasso, di diversi “gratta e vinci” esposti, nonché di 7-8 stecche di sigarette, per poi fuggire. La vittima, benché scossa dell’accaduto, è riuscita a memorizzare elementi utili all’identificazione dei componenti del terzetto. Gli agenti del Commissariato di “Pozzuoli”, infatti, dopo aver raccolto la denuncia della vittima, hanno avviato delle minuziose indagini che hanno consentito di denunciare, in stato di libertà, il 21enne.

FUGGE SALTANDO DA PALAZZINA DI DUE PIANI – I poliziotti hanno accertato che, proprio quella sera, il giovane aveva preso in prestito l’auto della madre e di averla abbandonata, in località MonteruscIello, a seguito di un incidente stradale. Personale dell’arma dei carabinieri, intervenuto per il sinistro stradale, rinveniva all’interno dell’abitacolo un passamontagna ed un caricatore di pistola a salve, oltre a numerose impronte digitali. Quando gli agenti si sono recati nell’abitazione del giovane, quest’ultimo, ha tentato di fuggire facendo un balzo da una palazzina di due piani, riportando una contusione a seguito di caduta. Il giovane, vistosi alle strette, ha confessato le sue responsabilità, ammettendo d’esser stato lui ad impugnare l’arma contro il proprietario della tabaccheria. Continuano le indagini per identificare i complici di A.S.