POZZUOLI – I risultati delle elezioni europee hanno decretato il Movimento 5 Stelle come primo partito della città con il 38.60% pari a 9.819 voti. Secondo è il Partito Democratico, lontano dal boom del 2014 ma in crescita rispetto alle ultime politiche, che ha portato a casa il 28.27% (7.193 voti). Buon risultato, anche se inferiore alla media nazionale, per la Lega di Mario Cutolo che ottiene il 10.99% (2.795) anche con la “manina” da parte di Lydia De Simone. Continua la debacle di Forza Italia di Pasquale Giacobbe e Gennaro Pastore che porta a casa appena l’8.92% (pari a 2.269 voti). Malissimo Europa Verde (contenitore dei Verdi di Paolo Tozzi) che ottiene appena 781 voti pari al 3.07%, risultato di poco superiore a Fratelli d’Italia sostenuta da Sandro Cossiga che ha ricevuti il 3.49% (887 voti).

Domenico Pennacchio

SCONTRO NEL PD – Con le europee si giocava anche la partita tutta interna al PD tra Vincenzo Figliolia e il suo ex delfino Gigi Manzoni, che si sono “contati” attraverso Franco Roberti e Giosi Ferrandino. Il sindaco ha provato a giocare una partita facile puntando sul capolista che notoriamente riceve voti in maniera autonoma e mettendo in campo tutta l’artiglieria pesante. Roberti ha ottenuto 2.356 voti contro i 1.813 voti di Ferrandino: un risultato che sorride decisamente alla “coalizione” composta da Gigi Manzoni, Mimmo Pennacchio, Maria Rosaria Testa, Vincenzo Daniele e per metà da Salvatore Caiazzo, che ha vinto anche la battaglia tutta interna al consiglio comunale contro il gruppo formato da Tito Fenocchio, Gianluca Sebastiano e Franco Amato, che ha sostenuto il Dem Andrea Cozzolino (941 preferenze).