POZZUOLI – Caos e tensione nell’aula consiliare “Nino Gentile” di via Tito Livio al Rione Toiano. Gli Lsu stanno inscenando una manifestazione di protesta nel parlamentino locale mentre è in corso la riunione del civico consesso: i lavoratori socialmente utili contestano il sindaco Enzo Figliolia. Per i manifestanti l’amministrazione comunale si dimostra sorda ai loro appelli. Sul posto sono intervenute anche le forze dell’ordine per placare gli animi. Da settimane ormai i lavoratori socialmente utili del Comune di Pozzuoli sono in stato di agitazione e chiedono risposte concrete per risolvere la propria situazione lavorativa. La tensione ormai si taglia a fette: nei giorni scorsi in otto si sono incatenati nella palazzina comunale che ospita l’ufficio del sindaco Enzo Figliolia per reclamare a gran voce una stabilizzazione occupazionale dopo diversi anni. Nei mesi passati, inoltre, gli Lsu hanno lanciato un appello anche al governo giallo-verde per avere maggiori garanzie per il futuro.