POZZUOLI – Box per auto trasformati in negozi, locali commerciali tramutati in abitazioni private e poi ancora dehors ritenuti non a norma. Una nuova serie di ingiunzioni di demolizione è partita da via Tito Livio, indirizzata verso i responsabili dei presunti abusi.

NON SOLO TOIANO – Come spesso emerso all’interno del rione Toiano, anche in altre zone periferiche della città c’è chi si è appropriato di locali pubblici per costruirci all’interno la propria abitazione o addirittura un negozio senza alcuna autorizzazione. Gli ultimi due casi sono stati scoperti lungo via Reginelle, durante i controlli della polizia municipale effettuati la scorsa estate. Un terzo caso, inoltre, è venuto fuori in via Gavia Marciana, nel cuore del rione Toiano che, come detto, è la zona in cui è emerso il maggior numero di abusi di questo tipo.

RISTORANTI NEL MIRINO – Nella zona del porto, invece, sono due i ristoranti colpiti da altrettante ingiunzioni di abbattimento. In entrambi i casi si tratta di dehors ritenuti irregolari e realizzati in parte su suolo pubblico. Per tutti i destinatari, come da prassi, l’ordine di demolire le opere ritenute abusive dovrà essere rispettato entro i prossimi 30 giorni, pena la demolizione “in danno” e dunque a spese dei responsabili, nonché il pagamento di una maxi-multa da 20mila euro.