QUARTO – Non è certo sfuggito ai tanti che hanno seguito il consiglio comunale di Quarto ciò che ha pronunciato il presidente dell’assise, Giovanni Cecere, in apertura dei lavori. Nella speranza si sedare gli animi già esacerbati del pubblico, arrivato numeroso in piazzale Europa per la vicenda legata all’installazione di un’antenna 5G in via Cocci, Cecere ha del tutto dimenticato l’uso della lingua italiana ma, prima ancora, addirittura ha scambiato uno smartphone per un proiettore cinematografico: «Sono vietate le proiezioni con i telefonini. Nessuno deve fare i vidii, tranne le tv locali. Non si possono fare i vitii…». Purtroppo per il presidente del consiglio, a fare un video c’era la stessa ditta che per conto del Comune trasmette in streaming i lavori consiliari.