img-20161109-wa0054POZZUOLI – A pochi giorni dall’ultima razzia di materiale informatico da una scuola della città, un altro colpo è stato messo a segno da ignoti. A farne le spese il plesso Diaz-Oriani di via Umberto Saba, a Monterusciello.  I ladri hanno portato via due videoproiettori, facendo così schizzare ancora più in alto il già salato conto che l’intero circolo sta pagando da diversi mesi: in totale già sette le apparecchiature trafugate da maggio ad oggi, per un valore di circa 15mila euro.

img-20161109-wa0051IL RACCONTO – «Siamo avviliti – spiegano la dirigente scolastica dell’Ottavo circolo a cui appartiene il plesso, Alessandra Guida, e la vice Florinda Di Falco, quest’ultima responsabile della struttura di Monterusciello – Sappiamo che quella zona del quartiere è particolare, ma il tutto è avvenuto intorno alle 18 e 50, non di notte». Poco prima la scuola era stata chiusa dal personale e l’antifurto era stato regolarmente attivato.

img-20161109-wa0057IL RAID – Il sistema antifurto è in effetti scattato, facendo allertare l’istituto di vigilanza a cui è affidato il servizio di protezione del plesso. Ma una volta giunti sul posto, i vigilantes hanno atteso l’arrivo di chi fosse in possesso delle chiavi. Una volta dentro la scoperta del furto di videoproiettori. Secondo quanto ricostruito, i ladri hanno utilizzato una scala per raggiungere una delle finestre e da lì calarsi all’interno della scuola.

IL PRECEDENTE – Venerdì scorso era toccato alla Giacinto Diano di via Solfatara venir “visitata” nottetempo dai malviventi, i quali riuscirono a portar via oltre 30 computer portatili e persino strumenti musicali. La dirigenza fu costretta a sospendere le lezioni, mentre per gli studenti della Diaz-Oriani si prospettano mesi durante i quali dovranno fare a meno della tecnologia.

LE FOTO