Il presidio dei "Radicali" all'esterno del carcere di Pozzuoli (foto Enzo Buono)

POZZUOLI – Protesta all’esterno del carcere femminile di Pozzuoli. Con cartelli, volantini e bandiere i militanti dell’associazione radicale “Per La Grande Napoli” hanno tenuto nella mattinata di mercoledì due sit-in davanti ai cancelli del carcere di Secondigliano e di quello femminile di Pozzuoli. Una protesta pacifica che si è svolta davanti ai cancelli della casa circondariale di via Pergolesi senza nessuna tensione. L’associazione ha voluto, con questa azione, ribadire il proprio impegno nel sostenere l’iniziativa nonviolenta di Marco Pannella e dei Radicali, per la Giustizia giusta e per l’Amnistia, oltre che estendere il proprio supporto ai cittadini detenuti in quei sovraffollati istituti e alle loro famiglie.

 

I MOTIVI DELLA PROTESTA – Sostegno che si estende a tutte le componenti della comunità penitenziaria che scontano assieme ai ristretti delle vere e proprie pene causate delle condizioni delle carceri che, spesso con effetti tragici, impattano in modo devastante sul lavoro e sulla vita degli agenti penitenziari. Inoltre, i Radicali chiedono il rispetto di quanto imposto all’Italia dalla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo dalla sentenza Torregiani e che sia finalmente avviata una discussione in Parlamento sui temi sollevati dal recente messaggio motivato alle Camere, redatto dal Capo dello Stato, Giorgio Napolitano.

 

LE FOTO